Il nostro blog

Il blog di Naturetica è un luogo di raccolta di consigli utili a favorire il raggiungimento di una condizione di benessere, fisico e mentale, attraverso la cura del corpo e degli ambienti che abitiamo.
Un canale di comunicazione che sia

anche spazio di incontro attraverso il quale stabilire rapporti più diretti sia con quanti si servono presso il nostro store, che con gli utenti che vogliono migliorare la propria quotidianità attraverso pratiche di attenzione da dedicare a se stessi.

20/05/2013

Forfora: vinciamola con gli oli essenziali

sharing

La forfora è un incubo per molte persone che si ritrovano a combattere contro questo fastidioso disturbo, senza spesso riuscire a risolvere il problema. Oltre ad essere antiestetica, la forfora provoca in molti casi prurito e crea una vera e propria sensazione di disagio in tutti coloro che ne sono afflitti. In genere si cerca di correre ai ripari affidandosi a shampoo e trattamenti specifici, tuttavia solitamente questi prodotti si rivelano troppo aggressivi e sgrassanti, con il paradossale risultato di aumentare ancora di più la già eccessiva produzione di sebo.

Ma partiamo dall'inizio e cerchiamo di capire cos'è e da che cosa è provocata la forfora.

La pelle del cuoio capelluto si rinnova periodicamente tramite l'eliminazione delle cellule morte che vengono sostituite da cellule nuove. Può succedere però che a causa di svariati fattori la desquamazione sia eccessiva, ecco che si parla di forfora. La forfora può dipendere dallo stress, dall'uso di prodotti come la lacca o il gel, da un'alimentazione troppo ricca di zuccheri raffinati e grassi, da fattori ormonali e irregolarità ghiandolari, o dal ricambio eccessivo e troppo rapido delle cellule della pelle. In ogni caso non bisogna sottovalutare il problema ma occorre cercare di adottare comportamenti corretti sia a livello alimentare che a livello di igiene.

A seconda di come si presenta la forfora può essere secca o grassa. Quella secca è caratterizzata da squame molto piccole, bianche e leggere. A questo si accompagna un'estrema sensibilità del cuoio capelluto, che irritandosi facilmente innesca una fastidiosa sensazione di prurito, il soggetto è quindi portato a grattarsi facendo aumentare ulteriormente la caduta delle squame. Pare che il responsabile di questo tipo di forfora sia il proliferare a dismisura di un lievito, il Pityrosporum ovale, che è già presente in condizioni normali sulla nostra pelle, ma in quantità minori. La forfora grassa invece presenta squame più grandi, i capelli sono unti e spesso compare anche la dermatite seborroica. 

Oltre a ricorrere a cure specifiche dermatologiche, per combattere la forfora ci sono dei semplici accorgimenti che possiamo adottare quotidianamente e inoltre, come sempre, la natura ci viene incontro con tanti rimedi efficaci, ma allo stesso tempo innocui. Come buona regola, per contrastare qualunque tipo di forfora occorre:

- non usare shampoo aggressivi e molto schiumogeni

- non strofinare troppo il cuoio capelluto

- asciugare i capelli con il phon tiepido, mai bollente, e cercare di tenere il getto dell'aria ad una distanza adeguata

- non lavare i capelli con acqua troppo calda

- limitare l'uso di gel, lacche e schiume

- evitare una sudorazione eccessiva del cuoio capelluto che aumenta i processi infiammatori e quindi la desquamazione. Meglio allora evitare cappelli in materiale sintetico e preferire tessuti naturali per proteggersi dal sole e dal freddo

- non utilizzare spazzole con setole molto dure e preferire sempre materiali naturali (legno, ecc.)

- evitare se possibile trattamenti chimici molto aggressivi (decolorazioni, permanenti, tinture aggressive). Se non vogliamo rinunciare al colore è meglio optare per tinture che contengano una percentuale alta di sostanze vegetali a scapito di quelle chimiche

- avere una dieta ricca di frutta e verdure

- limitare il consumo di grassi

- aumentare l'assuzione di antiossidanti presenti naturalmente nei cibi (melograno, bacche di Goji ecc.)

Oltre a questi semplici gesti possiamo fare molto aiutandoci con gli oli essenziali coadiuvati dagli shampoo ai cereali, questi ultimi sono preziosi perchè riescono a normalizzare la produzione di sebo. Via libera quindi agli shampoo all'avena, al miglio e al grano rigorosamente bio (senza conservanti e sostanze schiumogene aggressive), che ristrutturano le fibre dei capelli, li nutrono, li proteggono e li rendono lucidi e forti.

Ecco invece alcune ricette per utilizzare gli oli essenziali contro la forfora:

Forfora secca: in 100 ml di shampoo bio neutro aggiungere 10 gocce di olio essenziale di rosmarino, 10 gocce di tea tree oil e 5 gocce di olio essenziale di limone. Lavare i capelli lasciando in posa 2 minuti, poi sciacquare. L'olio essenziale di Rosmarino è particolarmente indicato per disintossicare la cute grassa e impura, inoltre previene la caduta dei capelli e stimola la circolazione capillare. Il tea tree oil ha un alto potere antiforfora, oltre che battericida e antinfiammatorio, mentre l'olio essenziale di limone purifica e svolge un'azione antisettica.

Forfora grassa: in 100 ml di shampoo bio all'avena aggiungere 10 gocce di olio essenziale di lavanda, 5 di olio essenziale di chiodi di garofano, 10 gocce di olio essenziale di petit grain e 5 di olio essenziale di geranio. Lavare i capelli lasciando in posa 2 minuti, poi sciacquare. L'olio essenziale di lavanda è riequilibrante e stimolante della circolazione, è particolarmente indicato nel trattamento contro la forfora. L'olio essenziale di chiodi di garofano è un ottimo antiprurito e antisettico, l'olio essenziale di geranio riequilibra il sistema ormonale ed è molto utile in caso di desquamazione, eczemi e malattie della pelle in generale. Infine l'olio essenziale di petit grain è indicato nella cura di pelle e capelli grassi.

Forfora dovuta a trattamenti chimici: a 2 cucchiai di olio di jojoba unire 4 gocce di olio essenziale di ylang ylang, applicare sul cuoio capelluto e massaggiare delicatamente. Lasciare in posa mezz'ora, poi lavare con shampoo all'avena. Questa è una meravigliosa combinazione per la bellezza e la salute dei nostri capelli, infatti alle ben note proprietà emollienti e curative dell'olio di jojoba si aggiungono le virtù dell'ylang ylang, che cura e protegge i capelli, evita le doppie punte e ha buone proprietà antisettiche ed addolcenti. Inoltre il suo dolce profumo è un vero e proprio toccasana per il nostro umore. 

Altri oli essenziali utili contro la forfora sono l'achillea, che favorisce una crescita sana dei capelli, è antinfiammatorio e tonico dei vasi sanguigni, il sandalo antisettico e utile contro il prurito, la melissa perfetta per i capelli grassi e con forfora, il cedro utile in caso di capelli grassi e il cipresso che armonizza la produzione ormonale femminile e ha un ottimo effetto astringente. Questi oli essenziali vanno sempre diluiti nello shampoo o come impacco pre-shampoo in olio di jojoba. 

 



  • AGGIUNGI UN COMMENTO

Online store

online store