Il nostro blog

Il blog di Naturetica è un luogo di raccolta di consigli utili a favorire il raggiungimento di una condizione di benessere, fisico e mentale, attraverso la cura del corpo e degli ambienti che abitiamo.
Un canale di comunicazione che sia

anche spazio di incontro attraverso il quale stabilire rapporti più diretti sia con quanti si servono presso il nostro store, che con gli utenti che vogliono migliorare la propria quotidianità attraverso pratiche di attenzione da dedicare a se stessi.

24/01/2013

Certificazioni dei cosmetici bio: facciamo chiarezza

sharing

Sul mercato sono ormai presenti  numerosi cosmetici che vengono spacciati per naturali, ma che in realtà di naturale hanno ben poco. Perchè alle aziende è permesso farlo? Il problema di fondo è che il termine "naturale" non è regolamentato, questo vuol dire che su qualunque prodotto, anche il più sintetico, può essere apposta la dicitura "naturale". Il consumatore inesperto può quindi essere tratto in inganno dall'etichetta. Come difendersi dai falsi cosmetici bio? La risposta più ovvia è saper leggere l'INCI, ma in nostro aiuto vengono anche le certificazioni. Ne esistono svariate, che cambiano anche in base ai diversi Paesi. Conoscerle e capirne i criteri, le garanzie e il significato è utile per orientarci in un mercato molto vasto, che non sempre risulta trasparente come invece dovrebbe essere. Cerchiamo quindi di fare un quadro globale della situazione attuale.

Iniziamo col dire che nel panorama europeo ogni Stato ha una sua specifica certificazione per i cosmetici naturali e ciascuno rispetta standard differenti. Questa frammentazione genera molta confusione nel consumatore che si trova di fronte svariati simboli, non sempre facilmente riconoscibili. Per ovviare a questo inconveniente da qualche anno a questa parte si sta cercando di unire le varie certificazioni. Si sono così imposti due standard : COSMOS e NATRUE. Analizziamoli in dettaglio.

Nel settembre del 2009 è entrato in vigore COSMOS (Cosmetics Organic Standard), lo standard unico europeo per la certificazione dei cosmetici bio, approvato e condiviso dai certificatori dei singoli Stati, in particolare:

ICEA: Italia - ECOCERT e COSMEBIO: Francia - BDIH: Germania - SOIL ASSOCIATION: Regno Unito - BIOFORUM: Belgio

Ecco le linee guida di COSMOS:

Promuovere l'utilizzo di ingredienti provenienti da agricoltura biologica e rispettare la biodiversità;

Utilizzare responsabilmente le risorse naturali e rispettare l'ambiente;

Usare processi produttivi che rispettino la salute umana e l'ambiente;

Integrare e sviluppare il concetto di "Chimica Verde".

Lo standard COSMOS regolamenta l'uso di nanoparticelle, vieta gli ingredienti geneticamente modificati, i conservanti sintetici, i petrolati e l'uso di parti animali. Pone particolare attenzione al packaging (vietato utilizzare Pvc) e all'etichettatura. Promuove l'uso di energie alternative per la produzione e il riciclo dei rifiuti.

COSMOS prevede due diversi livelli di certificazione: COSMOS ORGANIC e COSMOS NATURAL.

Nei prodotti etichettati come Cosmos Organic  almeno il 95% degli ingredienti di origine naturale deve essere biologica. Inoltre il prodotto finito deve contenere almeno il 20% di ingredienti biologici.

I prodotti che hanno certificazione Cosmos Natural devono comunque rispettare tutti i criteri di qualità Cosmos, ma per questi cosmetici non c'è l'obbligo di utilizzare ingredienti biologici. Tuttavia, anche nel caso in cui questi fossero presenti l'indicazione "di provenienza biologica" legata al singolo ingrediente deve essere inserita solo nell'INC. Infatti non si può fare alcun riferimento o uso della parola "biologico" sulla confezione. Questo per evitare di dare informazioni errate al consumatore.

Lo standard NATRUE invece è apparso nel 2007, creato da diversi produttori cosmetici europei che insieme ne hanno stabilito le linee guida. Il loro obiettivo comune è quello di salvaguardare e promuovere prodotti per la cura del corpo che siano veramente naturali. Anche i prodotti certificati Natrue, proprio come quelli certificati Cosmos, non possono contenere OGM, parti di animali, conservanti e coloranti di sintesi. Natrue prevede tre livelli di certificazione: COSMETICI NATURALI (logo con una stella), COSMETICI NATURALI CON INGREDIENTI BIO (logo con due stelle) e COSMETICI BIO (logo con tre stelle).

Nei cosmetici naturali non è indispensabile che ci siano ingredienti biologici, fermo restando che il prodotto deve comunque rispettare tutti gli standard Natrue.

Nei cosmetici naturali con ingredienti bio invece, minimo il 70% degli ingredienti di origine naturale deve essere biologico.

Mentre nei cosmetici biologici questa percentuale deve essere minimo del 95%.

Ovviamente da quanto detto si evince che entrambe le certificazioni sono valide e possiamo quindi stare tranquilli quando vediamo i loro loghi su un cosmetico. C'è da dire però che nonostante gli sforzi per unificare gli standard il risultato non è ancora soddisfacente. Infatti se non si è approfondito l'argomento ci si trova sempre di fronte a tanti simboli che non sempre sono di facile comprensione. Per questo motivo abbiamo cercato di schematizzare le informazioni principali di questo post con un organigramma che trovate qui in basso.

 



  • AGGIUNGI UN COMMENTO

Online store

online store