Il nostro blog

Il blog di Naturetica è un luogo di raccolta di consigli utili a favorire il raggiungimento di una condizione di benessere, fisico e mentale, attraverso la cura del corpo e degli ambienti che abitiamo.
Un canale di comunicazione che sia

anche spazio di incontro attraverso il quale stabilire rapporti più diretti sia con quanti si servono presso il nostro store, che con gli utenti che vogliono migliorare la propria quotidianità attraverso pratiche di attenzione da dedicare a se stessi.

30/05/2012

Protezione solare per un'estate serena

sharing

Lo sapevate che ancora oggi un italiano su due si espone al sole senza alcun tipo di protezione? Purtroppo spesso tendiamo a sottovalutare i danni che i raggi UV possono causare e ci ripetiamo che "il sole fa' bene". Ma se da una parte la luce del sole fa' bene all'umore e alle ossa, dall'altra può danneggiare anche seriamente la pelle, compromettendo la nostra salute.

Sfatiamo il primo mito: chi ha la pelle scura non ha bisogno di creme solari. Falso. Basti pensare che una persona con tipo di pelle 6 (pelle nera) si scotta senza protezione dopo solo circa 90 minuti! Occorre quindi precisare che tutte le persone indistintamente devono proteggersi dal sole, che abbiano la pelle chiara o scura. Il fattore di protezione da utilizzare deve variare a seconda dell'intensità delle radiazioni, della durata dell'esposizione e dell'attività praticata. Inoltre bisogna ricordarsi che la pelle sottoposta a lampade abbronzanti non è più protetta dai raggi UV  rispetto alla pelle non abbronzata.

Tutte le volte che ci scottiamo il nostro DNA subisce dei danni che vengono riparati di volta in volta, tuttavia alcune cellule potrebbero riportare danni irreversibili e trasformarsi in cellule tumorali. Bisogna anche tener conto del fatto che la nostra pelle ha memoria dei danni subiti, questo significa che più sono gli episodi di arrossamenti e di eritemi, maggiori sono le probabilità di sviluppare forme tumorali.

Per questi motivi occorre esporsi al sole sempre dopo aver messo una crema solare con un fattore di protezione (SPF) adatto alla nostra carnagione. Attenzione poi alla quantità di crema solare che applichiamo, bisogna formare uno strato abbastanza consistenete ed omogeneo, in questo modo la nostra pelle sarà maggiormente protetta. Inoltre con il caldo e i bagni in mare la crema scivola via, occorre quindi riapplicarla spesso. Da ricordare infine che le creme solari devono essere conservate per quanto possibile in luoghi freschi, perchè l'esposizione a temperature molto elevate aumenta la probabilità che irrancidiscano e perdano la loro efficacia. Quindi mai lasciarle sulla sabbia calda o sotto il sole.

E' buona norma rimanere all'ombra nelle ore più calde, ma dato che superfici come la sabbia e l'acqua riflettono la luce, anche sotto l'ombrellone non siamo totalmente schermati dai raggi del sole. In aggiunta meglio indossare una maglietta e un cappellino.

Un discorso a parte vale per i bambini. A causa della loro pelle sottile e delicata vietato esporli ai raggi diretti del sole fino ad un anno di età. Dopo si può iniziare un'esposizione graduale, proteggendoli sempre con creme solari (meglio se con filtri fisici) e indumenti non troppo larghi (maglietta, cappellino e pantaloncini). Ovviamente evitare in assoluto il sole dalle 11.00 alle 15.00. Tenete conto che sebbene la loro pelle guarisce in fretta è anche molto più vulnerabile di quella di un adulto e può quindi subire danni più gravi.

Alla luce di quanto detto finora è chiaro che proteggersi dal sole è indispensabile per tutelare la nostra salute e quella dei nostri bambini. Con i giusti accorgimenti e un po' di buon senso riusciremo a trascorrere un'estate serena senza arrossire!

Se poi siete alla ricerca di una buona crema solare vi consigliamo di dare un'occhiata alle nostre offerte di prodotti estivi cliccando su questo link http://www.naturetica.com/index.php/solari-c-36 e...buone vacanze a tutti!

 

  • AGGIUNGI UN COMMENTO

Online store

online store